Lettera di p. Paul Check ai membri di Courage/EnCourage – dicembre 2011

“Ben presto non si potrà più affermare che l’omosessualità, come insegna la Chiesa cattolica, costituisce un disordine oggettivo nello strutturarsi dell’esistenza umana.” Papa Benedetto XVI

Cari amici in Cristo,
Una voce risoluta e ben finanziata, che pochi anni fa desiderava semplicemente essere tollerata, si alza ormai intollerante di ogni parere contrario. Di conseguenza, gli uomini e le donne che provano attrazione per lo stesso sesso (ASS) possono spesso avere l’impressione di trovarsi di fronte solo due possibilità: accettare l’isolamento doloroso per paura di rivelare la loro situazione, che porta alla solitudine, o abbracciare il cosiddetto “stile di vita gay”, che porta alla tristezza ed al tormento interiore. Nell’immaginario popolare, il cristianesimo in generale e la Chiesa cattolica in particolare non hanno nulla da dire in materia di omosessualità oltre alla parola “no”.

Courage offre, agli uomini e alle donne che provano ASS, la speranza di un’altra scelta. Courage li rassicura che la Chiesa comprende la loro condizione e fornisce assistenza pratica per aiutarli a vivere la virtù della castità, orientandoli così ad una più profonda intimità con Gesù Cristo. EnCourage si rivolge a genitori e familiari.

Lo scorso anno, l’ufficio centrale dell’apostolato è stato impegnato in diversi progetti tutti diretti -in ultima analisi- alla formazione di nuovi gruppi di Courage e di EnCourage o al rafforzamento di quelli esistenti, in particolare attraverso la formazione del clero.

Quest’anno, abbiamo condotto conferenze per il clero in Covington, KY, Winona, MN, Lafayette, LA, Kansas City, KS, Kansas City, MO, Hartford, CT e Culpepper, VA. Abbiamo tenuto una serie di colloqui qui nel Connecticut presso le Sisters of Life. Il dr. Richard Fitzgibbons ed io abbiamo partecipato alla conferenza biennale per i vescovi del Centro Nazionale di Bioetica cattolica, svoltasi a Dallas nel mese di febbraio. Prima di fine anno, mi recherò a Minneapolis-St Paul per dei colloqui e all’Immaculate Heart of Mary Seminary a Winona, MN. In programma per il prossimo anno abbiamo già: il Seminario Immaculate Conception, Huntington, NY e il Seminario di Mount Saint Mary, Emmitsburg, MD, la Diocesi di Duluth Minnesota, New Ulm, Crookston, e la diocesi di Springfield, IL.

La nostra conferenza annuale a Mundelein è stata dedicata alla memoria di p. John Harvey, OSFS e molti degli interventi principali saranno disponibili attraverso il sito Courage, inclusi quelli del Cardinale Burke e del Vescovo Olmsted.

Il nostro sito è stato rinnovato ed aggiornato frequentemente con l’aggiunta di nuovo materiale. Molto presto saranno disponibili nuovi opuscoli per Courage, per EnCourage e per i giovani. Il manuale di Courage è in fase di revisione.

Media e tecnologia, che sono stati mezzi di propaganda molto efficaci, possono anche servire a trasmettere la verità nella carità. Nel 2012, abbiamo intenzione di imbarcarci in un progetto audace che si dispiega su due fronti: per rendere l’opera di Courage meglio conosciuta e per portarla avanti tra tutte le persone di buona volontà.

La richiesta di Courage continua a diffondersi all’estero. Quest’anno, ancora una volta ho partecipato alla conferenza di Courage-Latino a Guadalajara, in Messico. In aggiunta ai nostri amici dell’America Latina hanno partecipato alla conferenza annuale i rappresentanti di Australia e Canada. Abbiamo ricevuto richieste da Croazia, Francia, Germania e Italia.

Nei gruppi locali di Courage che offrono fraternità cristiana, uomini e donne che provano ASS, ed i loro familiari, possono trovare il “sì” di Gesù Cristo e informazioni attendibili circa l’omosessualità. Sappiamo che c’è un bisogno sempre più urgente per la voce chiara di Courage nella grande battaglia culturale per la verità e del suo ministero di guarigione di vitale importanza per le anime.

Quest’anno ho deciso di sollecitare una sola volta il sostegno finanziario da parte di voi, che siete la nostra famiglia di Courage ed EnCourage, confidando nel vostro impegno per l’apostolato che per voi è stato, a Dio piacendo, fonte di grazia. Ancora una volta, vi chiedo, come regalo speciale di Natale per Courage, almeno $ 50 o $ 100, o più, se potete permettervelo, ma qualsiasi importo si è in grado di dare sarà molto utile e molto apprezzato.

I nostri piani per il 2012 sono molto ambiziosi ma necessari se si vuole offrire la speranza, la certezza e l’assistenza che molte persone cercano in Courage ed EnCourage mentre si sforzano di vivere la pienezza della verità della nostra umanità e della nostra fede cattolica. Il tuo sostegno finanziario è indispensabile per il raggiungimento di tali piani.

Ti prego di aiutare Courage ed EnCourage a fare il lavoro che nessun altro sta facendo.
Sinceramente Tuo in Cristo,
Rev. Paul N. Check
Executive Director

Comments are closed.