La spiritualità di Courage

 

Fr John Harvey-thumb-185x228-8150La spiritualità di Courage ha origine nel cuore sacerdotale di padre John Harvey, OSFS (1918-2010). La spiritualità di p. Harvey nasceva da un profondo rapporto personale con nostro signore Gesù Cristo, si ispirava alla fervente devozione al Sacro Cuore di Gesù degli Oblati di san Francesco di Sales e riflette il pressante invito del santo a “vivere Gesù”. Nell’Introduzione alla vita devota, san Francesco di Sales mostra la via alle persone che vivono nel mondo per sviluppare una vita cristiana fondata sull’unione del proprio cuore con il Sacro Cuore di Gesù e su di una lotta quotidiana segnato da una offerta totale della propria vita e di tutte le proprie opere in unione con Dio. In questo modo, il santo ci dice, ogni cristiano porta l’amore e la guarigione dal cuore di Gesù agli altri. Egli dimostra anche come la vita quotidiana di ogni cristiano non è solo un dono di Dio, ma anche una vita che lui o lei può restituire al donatore divino. Il proprio lavoro, fatica e dolore, insieme a riposo, trionfo e gioia diventano un’offerta orante, un’offerta che può essere dedicata all’unione con Dio. In questo modo, ogni cristiano serve al rinnovamento della Chiesa ed alla salvezza del mondo.

Padre John Harvey possedeva una semplice bontà che si esprimeva nella sua paternità spirituale, specialmente verso le anime che sperimentano un’attrazione per lo stesso sesso. Allo stesso tempo, egli era un uomo con una grande forza spirituale, una fede costante ed un animo nobile. Credeva di dover trattare questi uomini e donne allo stesso modo in cui trattava ogni altra persona umana posta di fronte a una sfida: rivolgendosi “alla persona”. Ha scoperto che rivolgendosi ad ogni persona come ad un figlio di Dio intelligente e libero, trattando lui o lei come uguali in dignità, con la disponibilità a condividere le sue difficoltà, i muri di isolamento, paura e desolazione si abbattono. Così noi, uomini e donne di Courage, dobbiamo imitare il suo spirito di fedeltà, umiltà e compassione. Proprio come l’amore compassionevole di Gesù Cristo per tutte le anime non conosce misura o limite, così potremmo essere anche noi pieni di compassione e generosa sollecitudine per ogni persona che viene a noi nel momento del bisogno.

San Francesco di Sales ritiene che l’essenza della vita comunitaria per l’Oblato è vissuta più autenticamente nella comunione con Cristo e con i fratelli. Ma il santo prevede anche un percorso comunitario per tutti i cristiani, esortandoli a costruire una comunità umana fedele e feconda. Questo si realizza al meglio, dice, mettendo l’amore per Dio in tutto ciò che facciamo. Questo amore, offerto a Dio e reciprocamente, ci riunisce in una comunione di carità con Cristo e tra di noi. Quindi, dobbiamo portare avanti l’opera di p. Harvey di costituire gruppi di sostegno spirituale, comunità fondate in Cristo per sostenere i membri ad amare come Cristo ama – castamente, puramente, e disinteressatamente – senza mai tradire in alcun modo la fedeltà e la cura perpetua, che sono segni del Divino Amore.

Padre Harvey ha imparato da Cristo, fonte del suo amore, che il dono d’amore per gli altri lo legava per prima cosa alla Chiesa universale, al Papa e ai Vescovi in comunione con lui. Padre Harvey non ha mai lavorato se non in un’obbedienza costante a Cristo e al Suo vicario in terra. L’Apostolato Courage era, ed è tuttora, nel cuore della Chiesa. Così noi, uomini e donne di Courage, dobbiamo restare sempre figli e figlie fedeli di Madre Chiesa, intendendo questo apostolato come p. Harvey lo intendeva, non come il suo progetto, non come la sua invenzione, ma piuttosto come appartenente a Cristo, che aveva ispirato e benedetto la sua creatura.

Il cuore della spiritualità di Courage e di EnCourage, basata sugli scritti di san Francesco di Sales ed i cinque obiettivi di Courage, è la convinzione che la santità è possibile nella vita di tutti i giorni. Attraverso l’Apostolato Courage quelle persone che sperimentano attrazioni per lo stesso sesso sono incoraggiate ad approfondire il loro discepolato cristiano attraverso la partecipazione alla vita sacramentale della Chiesa, in particolare attraverso la ricezione frequente dell’Eucaristia e la confessione frequente, così come attraverso una costante vita di preghiera, la testimonianza, il consiglio, il servizio e l’autodonazione. Con lo sviluppo di un’intensa vita di preghiera e cercando l’unione con il Sacro Cuore di Gesù nella meditazione e nella preghiera, possiamo giungere a riconoscere la nostra vera identità di figli di Dio, uomini e donne in Cristo, comprendere e sperimentare l’amore incondizionato di Dio, conformandoci in tal modo alla Sua volontà per la nostra vita. Padre Harvey ha riconosciuto questa trasformazione come un processo che richiede grande pazienza e perseveranza, dove “la castità a pugni stretti” lascerà spazio alla “castità interiore del cuore”, quando un’anima cerca veramente integrità e santità in Cristo.

L’aspetto comunitario di Courage si estende a una profonda comprensione dell’importanza di assistere le famiglie con un membro che sperimenta attrazione per lo stesso sesso. EnCourage fornisce supporto a familiari e persone interessate, con figli, figlie, mogli o amici con attrazione per lo stesso sesso, aiutando i membri a capire questa lotta e la necessità di abbracciare una vita di castità (Documento della Congregazione per la Dottrina della Fede, punto 16). Anche i familiari e gli amici soffrono ed hanno bisogno del supporto di una comunità radicata nel rispetto per la Verità, quella fondata su e fedele alla convinzione che la persona umana, fatta ad immagine e somiglianza di Dio, non dovrebbe essere ridotta ai suoi desideri sessuali.

Le famiglie inoltre traggono beneficio dal comprendere che tutti noi abbiamo problemi personali e difficoltà che ci mettono alla prova e a volte costituiscono degli ostacoli alla nostra crescita. Allo stesso tempo, le nostre difficoltà e prove sono accompagnate anche da forza, talenti e doni. La Chiesa offre quel contesto del quale oggi si sente una estrema esigenza per la cura della persona umana, proprio quando rifiuta di considerare la persona puramente come un “eterosessuale” o un “omosessuale” e sottolinea che ognuno ha la stessa identità fondamentale: essere creatura e, per grazia, figlio di Dio, erede della vita eterna; allora siamo avvolti nell’abbraccio amoroso della verità di Dio.

La preghiera del cuore è la via per l’unione del cuore con il Sacro Cuore di Gesù. È questa unione del proprio cuore con il Sacro Cuore di Gesù, che porta guarigione e forza anche ai familiari e agli amici delle persone con ASS. Padre Harvey osservava che è importante, quando si lavora con genitori di persone che provano attrazione per lo stesso sesso, aiutarli a sviluppare ulteriormente il proprio rapporto con il Signore. I genitori devono affidare la custodia del loro figlio al Signore, consentendogli per prima cosa di portare la guarigione al proprio cuore. Nel glorioso cuore trafitto di Gesù, i membri della famiglia troveranno il dono che i loro famigliari sofferenti maggiormente necessitano e veramente desiderano, il dono dell’amore, purificato ed infiammato dall’Amore Divino. Così, la spiritualità di Courage e di EnCourage richiede di scandagliare con decisione il secondo dei cinque obiettivi di Courage: “Dedicare integralmente la propria vita a Cristo attraverso il servizio agli altri, la lettura spirituale, la preghiera, la meditazione, la direzione spirituale individuale, la partecipazione frequente alla Messa e la ricezione frequente dei sacramenti della Riconciliazione e della Santa Eucaristia”. Per mezzo di tutte queste pratiche spirituali, la profonda bellezza di una vita casta sarà visibile e abbracciata, un cuore sarà preparato e sostenuto per una vera amicizia.

I Dodici passi di Courage, basati sui Dodici passi di Alcolisti Anonimi* sono intesi nel contesto della preghiera e della vita sacramentale della Chiesa. L’appartenenza a Courage è un invito a crescere spiritualmente verso la santità. Se il programma dei Dodici passi è parte integrante del percorso di Courage, il cuore dell’apostolato è sempre un rapporto personale con Cristo, come membro del Suo corpo mistico, in quanto è Lui che ci guarisce e ci dà la forza per crescere nella virtù della castità ed in tutte le virtù cardinali e teologali. La natura profondamente spirituale di Courage deve continuare ad essere non solo un metodo per raggiungere l’astinenza sessuale, ma un modo di incontrare Cristo, il Casto, per vivere castamente in Lui. I Dodici passi aprono i nostri cuori alla crescita spirituale, per giungere a conoscere Cristo più pienamente ed amarlo più ardentemente. La castità, resa possibile dalla grazia redentrice di Cristo, è una virtù liberatrice e fonte di gioia e libertà umana.

Al centro della spiritualità di Courage e di EnCourage vi è anche una più profonda comprensione delle origini, dell’identità e del destino degli esseri umani: che siamo creati maschio e femmina da Dio, che la complementarità dell’amore coniugale tra un uomo e una donna è un partecipazione privilegiata nell’essere e nella potenza generativa di Dio – Padre, Figlio e Spirito Santo, che attraverso la cooperazione del marito e della moglie, dà il dono d’essere formato e amato ad una nuova vita umana. Tale comprensione non solo aiuta i membri a riconoscere e rispettare la propria identità di figli e figlie di Dio, fratelli e sorelle di Cristo, ma aiuta anche la nostra società nella lotta per superare la secolarizzazione che attacca la santità della vita, l’integrità del matrimonio e la famiglia.

Oblate-ShieldSottolineamo quindi l’importanza di un continuo sviluppo spirituale dei membri di Courage e di EnCourage, uno sviluppo che porta ogni credente a una conoscenza e a una pratica più profonda della fede, ad una più profonda conoscenza di Cristo vivo per noi nella Chiesa, Che ci accompagna nel nostro pellegrinaggio verso la nostra dimora definitiva in Cielo. L’amore di Cristo, che scorre dal suo glorioso Cuore trafitto nei nostri cuori spesso poveri e confusi, ci darà la luce e la forza per andare avanti. Detto con le parole dello stemma degli Oblati di san Francesco di Sales, che i nostri cuori riposando nel Sacro Cuore di Gesù, si impadroniscano del Divino Amore e non lo lascino andare.

* Utilizzati con il permesso di Alcolisti Anonimi

Comments are closed.